2011/02/18

Metodo Bates: preferisco vederci chiaro ..



... e riuscirci senza lenti.

La VISTA ha più potenzialità di quelle che noi possiamo immaginare e più di quelle che molti  medici le vorrebbero attribuire;  convincersi di non vedere bene  rappresenta uno schema mentale di cui liberarsi. 

vedere chiaro con metodo Bates
Ci esercitiamo per i muscoli delle gambe, dell'addome, per i pettorali [(... e forse troppo poco per il muscolo cerebrale, eheh..)], per ogni parte di noi che prima o poi ci può abbandonare in quanto ad efficienza per cercare di ripristinare l'antica funzionalità;
per la vista ..non si sa come mai.. ACCETTIAMO PASSIVAMENTE quello che riteniamo un handicap irrecuperabile !!!
Ma non è così Possiamo creare una nostra  palestra per la vista  abbandonando le cattive abitudini che sono in massima parte  la causa dei suoi  difetti e problemi  e ritornare a vedere chiaro !
 AQ   AQ    AQ   AQ   AQ   AQ 


William Bates fu snobbato e radiato quando  tentava (1919 ) di far conoscere le sue idee all'interno della comunità scientifica, metodo che si basa su un uso più rilassato e più efficace del sistema visivo. Ancora oggi non viene citato nelle enciclopedie e si tende a rifiutare le sue tecniche, ..ovviamente...come tutto ciò che contraria un certo tipo di cultura imposta, ma esistono molte associazioni  a cui rivolgersi.
....... " in attesa che qualcosa cambi davvero e gli uomini si accorgano di stare perdendo sulla strada del progresso molte cose preziose, senza le quali rischiano di non potere più proseguire. (dal libro di Loredana De Michelis )
A  A  A  A  A  A  A ........ Ahhhhhhhh!!! 


Il metodo  di Bates si basa su 
- Movimento
- Rilassamento
- Visione centralizzata
- Memoria ed immaginazione

Interessantissimi e da scoprire  tutti i vari aspetti a cui comunemente non si pone attenzione riguardo alla vista, aspetti emotivi della visione, vizi che assumiamo e che possono essere cancellati, i collegamenti tra personalità e disturbi visivi, modi di vedere e vista effettiva.. , e non meno i particolari occhiali  che, detto in breve, concentrano il raggio visivo essendo composti  non di  lenti ma di schermi neri bucherellati.
Questi schermi ci danno la possibilità di vedere senza lenti graduate ma soprattutto rappresentano un allenamento del muscolo oculare  ( favoriscono il riapprendimento dei movimenti saccadici  e l'attività dei muscoli ciliari grazie ai fori di cui sono composti,  in base al  principio del foro stenopeico ) e, usandoli gradualmente nei primi giorni, potranno aiutarci a recuperare abilità visive in tempi brevi.
Possono venir usati durante la lettura, guardando lo schermo televisivo e del compiuter, passeggiando, stando al sole (limitano l'eccessiva potenza della luce solare che arriva ai nostri occhi ), in molte occasioni, quindi, escludendo i momenti in cui si pratica sport ed alla guida.  Ci si abitua pian piano a quella diversa visuale  e si avverte  subito un' effettivo rilassamento degli occhi ed un miglioramento della capacità visiva. Qui potrete trovare molte informazioni :  I tre principi base del Metodo Bates    Gioca con noi : fissa un punto    La palestra degli occhi - Metodo Bates
   
Bates: preferisco vederci chiaro
" Non sono certo io il solo a trovare questa potenza nel metodo Bates; ogni giorno che passa mi accorgo di nuove interrelazioni e nuovi punti di vista e mi viene da chiedermi, ma Bates era cosciente di quello che stava scoprendo? Era cosciente di essere in anticipo di almeno due secoli? "   
   http://metodobates.altervista.org/index.php?num=12


 V   e   D   E   R   e

***


Ho rubato il titolo di questo post dal libro di Loredana De Michelis"Preferisco vederci chiaro ... e riuscirci senza lenti" - Edizioni Amrita, 
 libro che acquistai insieme agli occhiali di cui parlo, con cui mi trovo benissimo e che uso quando esco dalla mentalità della menomazione irreversibile ..!! Già subito dopo averli utilizzati, togliendo questi occhiali e guardando di nuovo il testo che precedentemente ero costretta a decifrare soltanto tramite lenti graduate, leggo notevolmente meglio senza dover inforcare le lenti che uso solitamente e che nel tempo mi inducono a peggiorare i miei decimi ..
Inizialmente potremmo viverli con fastidio, sentirli come una grossa limitazione non essendo abituati a guardare da buchetti posti su uno spazio di "lente" nera con relativa difficoltà di visione, ma è necessaria pazienza, fiducia e costanza nella pratica per poter raggiungere e per riuscire a .. "vedere" anche il risultato. 

***

Fabrizio De Andrè - Un ottico



Daltonici, presbiti, mendicanti di vista
il mercante di luce, il vostro oculista,
ora vuole soltanto clienti speciali
che non sanno che farne di occhi normali.

Non più ottico ma spacciatore di lenti
per improvvisare occhi contenti,
perché le pupille abituate a copiare
inventino i mondi sui quali guardare.
Seguite con me questi occhi sognare,
fuggire dall'orbita e non voler ritornare.
Vedo che salgo a rubare il sole
per non aver più notti,
perché non cada in reti di tramonto,
l'ho chiuso nei miei occhi,
e chi avrà freddo
lungo il mio sguardo si dovrà scaldare.

Vedo i fiumi dentro le mie vene,
cercano il loro mare,
rompono gli argini,
trovano cieli da fotografare.
Sangue che scorre senza fantasia
porta tumori di malinconia.

Vedo gendarmi pascolare
donne chine sulla rugiada,
rosse le lingue al polline dei fiori
ma dov'è l'ape regina?
Forse è volata ai nidi dell'aurora,
forse volata, forse più non vola.


Vedo gli amici ancora sulla strada,
loro non hanno fretta,
rubano ancora al sonno l'allegria
all'alba un po' di notte:
e poi la luce, luce che trasforma
il mondo in un giocattolo.

Faremo gli occhiali così!
Faremo gli occhiali così!



***

Guardiamo Oltre ..!



*§*


Nessun commento:

Ti potrebbe interessare anche :



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...