2011/02/28

Ora per guardare l'ora si fa così ..

piccoli uomini nudi animati che saltellano componendo  le ore , i minuti , i secondi ,, senza fermarsi mai ....
http://lovedbdb.com/nudemenClock/index2.html 



Numen Clock 1.2 iPhone/iPad App from dbdbking on Vimeo.



*§*


Ricordando i vecchi orologi ,
 le " patacche" o i preziosi orologi da tasca ..



Perché l'orologio meccanico?  Motivi di una scelta solo apparentemente contraria alla logica della precisione assoluta offerta dai movimenti al quarzo. Il piacere di possedere la storia e la cultura. Il club orologi meccanici , il centro di controllo delle "macchine del tempo", L'orologeria nei secoli,  Mercatino online, riparazione e manutenzione, ricambi, produzione, i modelli, caratteristiche, prezzi, curiosità, libri e pubblicazioni dedicate all'orologio e all'orologeria , il mondo degli orologi d'epoca, dubbi, novità ..





*§*


Orologio di più di 90 anni che conservo caramente



*§*




2011/02/18

Metodo Bates: preferisco vederci chiaro ..



... e riuscirci senza lenti.

La VISTA ha più potenzialità di quelle che noi possiamo immaginare e più di quelle che molti  medici le vorrebbero attribuire;  convincersi di non vedere bene  rappresenta uno schema mentale di cui liberarsi. 

vedere chiaro con metodo Bates
Ci esercitiamo per i muscoli delle gambe, dell'addome, per i pettorali [(... e forse troppo poco per il muscolo cerebrale, eheh..)], per ogni parte di noi che prima o poi ci può abbandonare in quanto ad efficienza per cercare di ripristinare l'antica funzionalità;
per la vista ..non si sa come mai.. ACCETTIAMO PASSIVAMENTE quello che riteniamo un handicap irrecuperabile !!!
Ma non è così Possiamo creare una nostra  palestra per la vista  abbandonando le cattive abitudini che sono in massima parte  la causa dei suoi  difetti e problemi  e ritornare a vedere chiaro !
 AQ   AQ    AQ   AQ   AQ   AQ 


William Bates fu snobbato e radiato quando  tentava (1919 ) di far conoscere le sue idee all'interno della comunità scientifica, metodo che si basa su un uso più rilassato e più efficace del sistema visivo. Ancora oggi non viene citato nelle enciclopedie e si tende a rifiutare le sue tecniche, ..ovviamente...come tutto ciò che contraria un certo tipo di cultura imposta, ma esistono molte associazioni  a cui rivolgersi.
....... " in attesa che qualcosa cambi davvero e gli uomini si accorgano di stare perdendo sulla strada del progresso molte cose preziose, senza le quali rischiano di non potere più proseguire. (dal libro di Loredana De Michelis )
A  A  A  A  A  A  A ........ Ahhhhhhhh!!! 


Il metodo  di Bates si basa su 
- Movimento
- Rilassamento
- Visione centralizzata
- Memoria ed immaginazione

Interessantissimi e da scoprire  tutti i vari aspetti a cui comunemente non si pone attenzione riguardo alla vista, aspetti emotivi della visione, vizi che assumiamo e che possono essere cancellati, i collegamenti tra personalità e disturbi visivi, modi di vedere e vista effettiva.. , e non meno i particolari occhiali  che, detto in breve, concentrano il raggio visivo essendo composti  non di  lenti ma di schermi neri bucherellati.
Questi schermi ci danno la possibilità di vedere senza lenti graduate ma soprattutto rappresentano un allenamento del muscolo oculare  ( favoriscono il riapprendimento dei movimenti saccadici  e l'attività dei muscoli ciliari grazie ai fori di cui sono composti,  in base al  principio del foro stenopeico ) e, usandoli gradualmente nei primi giorni, potranno aiutarci a recuperare abilità visive in tempi brevi.
Possono venir usati durante la lettura, guardando lo schermo televisivo e del compiuter, passeggiando, stando al sole (limitano l'eccessiva potenza della luce solare che arriva ai nostri occhi ), in molte occasioni, quindi, escludendo i momenti in cui si pratica sport ed alla guida.  Ci si abitua pian piano a quella diversa visuale  e si avverte  subito un' effettivo rilassamento degli occhi ed un miglioramento della capacità visiva. Qui potrete trovare molte informazioni :  I tre principi base del Metodo Bates    Gioca con noi : fissa un punto    La palestra degli occhi - Metodo Bates
   
Bates: preferisco vederci chiaro
" Non sono certo io il solo a trovare questa potenza nel metodo Bates; ogni giorno che passa mi accorgo di nuove interrelazioni e nuovi punti di vista e mi viene da chiedermi, ma Bates era cosciente di quello che stava scoprendo? Era cosciente di essere in anticipo di almeno due secoli? "   
   http://metodobates.altervista.org/index.php?num=12


 V   e   D   E   R   e

***


Ho rubato il titolo di questo post dal libro di Loredana De Michelis"Preferisco vederci chiaro ... e riuscirci senza lenti" - Edizioni Amrita, 
 libro che acquistai insieme agli occhiali di cui parlo, con cui mi trovo benissimo e che uso quando esco dalla mentalità della menomazione irreversibile ..!! Già subito dopo averli utilizzati, togliendo questi occhiali e guardando di nuovo il testo che precedentemente ero costretta a decifrare soltanto tramite lenti graduate, leggo notevolmente meglio senza dover inforcare le lenti che uso solitamente e che nel tempo mi inducono a peggiorare i miei decimi ..
Inizialmente potremmo viverli con fastidio, sentirli come una grossa limitazione non essendo abituati a guardare da buchetti posti su uno spazio di "lente" nera con relativa difficoltà di visione, ma è necessaria pazienza, fiducia e costanza nella pratica per poter raggiungere e per riuscire a .. "vedere" anche il risultato. 

***

Fabrizio De Andrè - Un ottico



Daltonici, presbiti, mendicanti di vista
il mercante di luce, il vostro oculista,
ora vuole soltanto clienti speciali
che non sanno che farne di occhi normali.

Non più ottico ma spacciatore di lenti
per improvvisare occhi contenti,
perché le pupille abituate a copiare
inventino i mondi sui quali guardare.
Seguite con me questi occhi sognare,
fuggire dall'orbita e non voler ritornare.
Vedo che salgo a rubare il sole
per non aver più notti,
perché non cada in reti di tramonto,
l'ho chiuso nei miei occhi,
e chi avrà freddo
lungo il mio sguardo si dovrà scaldare.

Vedo i fiumi dentro le mie vene,
cercano il loro mare,
rompono gli argini,
trovano cieli da fotografare.
Sangue che scorre senza fantasia
porta tumori di malinconia.

Vedo gendarmi pascolare
donne chine sulla rugiada,
rosse le lingue al polline dei fiori
ma dov'è l'ape regina?
Forse è volata ai nidi dell'aurora,
forse volata, forse più non vola.


Vedo gli amici ancora sulla strada,
loro non hanno fretta,
rubano ancora al sonno l'allegria
all'alba un po' di notte:
e poi la luce, luce che trasforma
il mondo in un giocattolo.

Faremo gli occhiali così!
Faremo gli occhiali così!



***

Guardiamo Oltre ..!



*§*


2011/02/17

Maria Luisa Mangini - Dorian Gray per la seconda volta ci dice addio



Ora che non è più e non verrebbe disturbata dal clamore, mi posso permettere di offrirle un' omaggio , uno spazio di  foto , di ricordi  e di un  pensiero dolcissimo ...







......Un tempo anche così si pubblicizzava un film
e questa foto è presa da una scatola di fiammiferi pubblicitaria del '65 ..


I fiammiferi non ci sono più ... e nemmeno le persone raffigurate .. :

Henry Wilson , Agostino De Simoni e Dorian Gray


una forma di pubblicità per
 il film Fango sulla metropoli , diretto da H.Wilson (Gino Mangini)















Articolo su " Gente " del 7 dicembre 1992 ,che conservavo affettuosamente, 
 dal titolo
"Andiamo a ritrovarli " :
Il "sex-simbol " degli anni '50 . Io , Dorian Gray, vi dico solo : "Addio"

 








        

 


























Mi permetto e desidero dedicare a Dorian Gray ( Maria Luisa Mangini), questo post, "guardando oltre " la filmografia e le informazioni biografiche che si possono trovare facilmente su altri siti , oltre il genere di fine che ha deciso di dare alla sua vita, oltre la cronaca e le news di spettacolo che già sono poco interessate ad un mito degli anni '50 e che sono sempre troppo prese da altre notizie ...;



a lei che in vita non voleva essere cercata né pubblicizzata, a lei che rifiutava ogni invito a partecipazioni televisive ( Costanzo l’ha cercata e pregata a lungo di partecipare al suo programma ), ogni sollecitazione a riproporsi in quest’epoca di revival, a lei che desiderava che la gente la ricordasse così com’era.




Ciao Maria Luisa ...






*§**§**§*








 ..per la seconda volta Maria Luisa ci dice addio .
La prima fu verso la metà degli anni sessanta, con grande dispiacere dei suoi innumerevoli fans, Dorian Gray decise di ritirarsi dallo schermo, ancora giovane , con un bimbo in grembo e stanca di quel mondo non esattamente facile e limpido .. , se ne andò conservando nel tempo bellezza e charme .
Meravigliosa per la sua bellezza in Crimen , brava e piena di carica nei grandi film di Fellini ed Antonioni , dopo ''Fango sulla metropoli'' del 1965 , si ritira nella sua villa di Torcegno ,dove cresce il proprio figlio conducendo una vita lontana dai riflettori e dalla mondanita' del mondo dello spettacolo .
Quella mondanità che, al contrario, ancora oggi piace tanto  agli/alle scalatori/rici del successo ....

Il mondo che stiamo vedendo intorno non ha nè sensibilità nè tempo per ricordare come dovrebbe le Delia Scala o le Franca Valeri ,,, immaginiamoci se possano celebrare  una Dorian Gray !
Forse sarà una cosa normale ma ciò crea in me una ribellione in quanto sono convinta che il passato debba essere rivisitato non certo nel rimpianto o nella sterile contemplazione o fuga ma nella ricerca di ciò che siamo stati per migliorare ed apprendere, per imparare, per rendere omaggio, per osservarci e capire se la direzione che stiamo prendendo non si stia allontanando troppo dalla vera natura umana o dall'utilità sociale, verso l'insensibilità , l'indolenza , l'egocentrismo e la freddezza .

I sentimenti e i valori che uscivano fuori dai film di tempo fa, forse oggi sono considerati banali ed ugualmente le tecniche di regia e di interpretazione .
Ecco, questo potrebbe essere reale quanto deleterio; non trovo che sia più interessante ed artistico un bacio fin troppo reale e a volte disgustoso, o un tema fantastico creato al compiuter, o un film leggero natalizio di viaggi ogni anno diversi con coscie e parole volgari o battute dove l'ombra della genialità non viene nemmeno sfiorata  ... , rispetto ad un sentimento umilmente, delicatamente o fortemente  espresso attraverso una regia .
E il mondo dello spettacolo, come tutto il nostro sistema che vuole "possedere " più che "essere" , non perdona .
Nè gli attori e gli operatori del settore, nè gli spettatori !
E così si dimentica e non si cresce. E così si dice addio e si abbandona il campo .

Non è il suo caso in quanto non ci teneva affatto, ma in generale ....bisogna fare rumore anche con spari ..per farsi amare , ma anche semplicemente per farsi considerare ...

Maria Luisa, una donna decisa e sensibile, dolce , riservata , profonda e carica di dignità ,
che quando ha deciso di abbandonare i riflettori lo ha fatto proprio per stanchezza e rifiuto di quel lato sgradevole del mondo dello spettacolo e non certo per il calo in lei della passione per la recitazione .
Il fatto che sia stata anche un'attrice senza veli , non significa che non abbia avuto qualità e talento , anzi ! Ha lavorato anche con alcuni fra i grandi registi, ed è gradevole vederla recitare e non solo ammirarla per la sua bellezza, ricordando, fra l'altro, il riconoscimento che ha ricevuto al Premio Nastri d'Argento nel 1959 come miglior attrice non protagonista per il film "Mogli pericolose" di Luigi Comencini . Un'interpretazione deliziosa ed ironica.

Apparteneva ad una famiglia di persone che operavano nel cinema. L'ultimo film a cui ha preso parte, "Fango sulla metropoli", è un film di Henry Wilson, vecchio nome d'arte di Gino Mangini, altra vittima del tritacarne di celluloide, regista sensibile e idealista, cugino di M. Luisa e fratello  di Silvana Mangini aiuto regista e segretaria di edizione, collaboratrice di Nanny Loy in Specchio Segreto e creatrice, insieme al marito Giuseppe Colizzi ( il regista di "Dio perdona io no", "I quattro dell’Ave Maria" ed altri famosi film) della celebre coppia Bud Spencer -Terence Hill.
Questo film, che porta anche il titolo di  "I criminali della metropoli ", fu l’esordio di Giancarlo Giannini .
Ed altro c’è da dire ….
Tante cose non si sanno e tanti interessanti lavori sono stati sotterrati .
Sta a noi farli uscire alla luce ...






*§*


Filmografia


Amo un assassino - di Baccio Bandini (1951)

Il mago per forza  - di Marino Girolami, Marcello Marchesi e Vittorio Metz (1951)

Vendetta... sarda  - di Mario Mattoli (1951)

Anema e core - di Mario Mattoli (1951)

Accidenti alle tasse!! - di Mario Mattoli (1951)

La regina di Saba - di Pietro Francisci (1952)

Lo sai che i papaveri - di Marcello Marchesi (1952)

Io piaccio - di Giorgio Bianchi (1955)

Totò, Peppino e i fuorilegge - di Camillo Mastrocinque (1956)

Totò, Peppino e la... malafemmina - di Camillo Mastrocinque (1956)

Totò lascia o raddoppia? - di Camillo Mastrocinque (1956)

Guaglione - di Giorgio Simonelli (1957)

Le notti di Cabiria - di Federico Fellini (1957)

Il grido - di Michelangelo Antonioni (1957)

Domenica è sempre domenica - di Camillo Mastrocinque (1958)

Racconti d'estate - di Gianni Franciolini (1958)

Mogli pericolose - di Luigi Comencini (1959) ( Nastro d'Argento )

Le sorprese dell'amore - di Luigi Comencini (1959)

Vacanze d'inverno - di Camillo Mastrocinque (1959)

Brevi amori a Palma di Majorca - di Giorgio Bianchi (1959)

Il carro armato dell'8 settembre - di Gianni Puccini (1960)

Il mattatore - di Dino Risi (1960)

La regina delle Amazzoni - di Vittorio Sala (1960)

Gli attendenti - di Giorgio Bianchi (1961)

Crimen - di Mario Camerini (1961)

Mani in alto - di Giorgio Bianchi (1961)

Ma Costanza si porta bene? - di Tom Pevsner (1962)

Peccati d'estate - di Giorgio Bianchi (1962)

Marcia o crepa - di Frank Wysbar (1962)

Avventura al motel - di Renato Polselli (1963)

Thrilling - di Gian Luigi Polidoro (1965)

Fango sulla metropoli - di Gino Mangini ( Henry Wilson ) (1965)




*§*




2011/02/13

Ad Aprile illegale anche la tisana ...!! Difendiamoci !

" Dal 1° di aprile 2011 tutte le erbe medicinali praticamente diventeranno illegali nell’Unione Europea.
L’industria farmaceutica e quella agroalimentare hanno quasi completato il loro assalto su tutti gli aspetti della salute: dai cibi che mangiamo al modo col quale decidiamo di “curarci” quando stiamo male....."

Così inizia l'articolo di Cristina Bassi  in  ECPlanet - l'altra informazione .

Da leggere assolutamente , da diffondere e da spedire al più presto una lettera  come indicato in questo articolo .


Da firmare , inoltre, una  petizione   :
Richiediamo al Parlamento Europeo di fermare la Direttiva 2004/24/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio sulle erbe medicinali, avendo per oggetto l' impedire il libero accesso alla maggior parte delle medicine a base di piante dal 30 aprile 2011.
La Direttiva non solo riduce i diritti di ogni cittadino europeo all'autodeterminazione nel settore della propria salute. Va molto oltre da una regolamentazione ragionevole dei prodotti pericolosi per entrare nel settore della coercizione limitando le opzioni di trattamento in caso di problemi di salute.

L'accesso del pubblico alle medicine tradizionali a base di piante finora liberamente disponibili deve continuare ininterrotto.




    Dobbiamo assolutamente  difendere la nostra libertà di curarci come desideriamo , di poter assumere prodotti , rimedi, erbe, vitamine, integratori  e qualsiasi  altro mezzo che riteniamo valido per noi .
   I prodotti in questione da millenni  sono sempre stati usati con ottimi risultati e  LIBERAMENTE .
   .. e allora ?  STIAMO REGREDENDO ???????  Ci vogliono schiavi nel corpo e nella mente ???

     Le case farmaceutiche vogliono IMPORRE  i loro prodotti , prodotti che comunque usiamo , che non rifiutiamo, e  probabilmente , sentendosi  minacciate  dal beneficio che ci offrono gli altri metodi  di cura ,  usano il loro potere per soffocare ed eliminare dal commercio qualsiasi  concorrenza .




     Noi  rispettiamo la medicina ufficiale e la usiamo liberamente , nonostante ci abbiano anche  intossicato per i componenti chimici forti di cui sono costituiti ,  e nonostante alcuni prodotti siano stati ritirati dal commercio in quanto nocivi ad alti livelli .
     Loro non rispettano noi , nè la natura , nè gli studi di persone che , in tutto il mondo e  nei secoli hanno dato tanto in questo campo preoccupandosi di trovare soluzioni armoniche per il nostro organismo . E già ci obbligano a sborsare tantissimo denare per un rimedio , per visite e trattamenti, non essendo mutuabile nulla !! al di fuori della loro medicina !!  Ora ci vogliono togliere anche la possibilità di usare in legalità anche una tisana o vitamine o una tintura madre ?? !!



    Quando si parla di ciarlatani della medicina naturale , rispondo  : "è ovvio , i ciarlatani sono dovunque ! Basta saperli riconoscere ".  E questo non dà diritto di fare un fascio di tutta ..l'erba ! e di toglierci il libero utilizzo di ciò che crediamo opportuno e sano per noi !
    Anche nella medicina ufficiale ,che troviamo a portata di mano , qui ad un millimetro da noi , liberalizzata e pagata salata in ogni senso, troviamo le pecche da ciarlatani : i ciarlatani sono anche coloro che spacciano un prodotto come UNICO , INSOSTITUIBILE rimedio per il tuo male !   E un ciarlatano totalitario ti obbliga ad assumerlo , negandoti le altre possibilità ! Come accade per le operazioni chirurgiche , eseguite a tambur battente sugli ignari e fiduciosi pazienti  ANCHE QUANDO SI  SAREBBERO POTUTE  BENISSIMO  EVITARE !!!


    "Probabilmente" ci vogliono ammalare , come sostengono alcune persone "pentite" ...  (sarà il tema di un prossimo post ) .
Difendiamoci , uniti ! Per noi e per i nostri figli , i nipoti e così via , per l' oggi e per il futuro .
L'oggi ...arriverà in Aprile ....!!




altri link  :  
la direttiva in italiano  http://eur-lex.europa.eu/LexUriServ/LexUriServ.do?uri=OJ%3AL%3A2004%3A136%3A0085%3A0090%3Ait%3APDF 

http://saluteolistica.blogspot.com/2010/09/erbe-medicinali-illegali-in-eu-dal-1.html

 e chi dice di non preoccuparci ... http://www.beingstuart.com/debunked/1-aprile-2011-erbe-medicinali-illegali-non-scherziamo.html


.....approfondiamo e facciamoci comunque sentire, perchè non sarebbe la prima volta che vengono adottati provvedimenti che favoriscono il commercio a senso unico  piuttosto che la nostra libertà e salute .

Posso portare un  semplice ma efficace  esempio -->
Curo i miei animali con l'omeopatia e fino a poco tempo fa si trovava in commercio in Italia un prodotto che previene la Leishmaniosi canina , " malattia incurabile provocata dalla puntura del Phlebotomus papatasi, comunemente chiamato pappatacio, insetto simile alla zanzara " . 

Da circa tre anni devo richiedere questo magico rimedio a Londra poichè in Italia è stato eliminato !! I miei cani, pur vivendo in una zona ad alto rischio, non hanno mai, nessuno di loro , contratto la malattia , ( la Leishmania infantum un parassita in grado di colpire soprattutto il cane, ma spesso anche gli esseri umani )  e intendo assolutamente e VOGLIO CONTINUARE  a poter somministrare questo rimedio .

Questa è lasciare  libertà di cura !!


***


Ti potrebbe interessare anche :



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...